jailbreak

Apple iOS 7.1.1 Jailbreak con Pangu: come risolvere i crash

Apple iOS 7.1.1 Jailbreak con Pangu: come risolvere i crash

Pochi giorni fa vi abbiamo spiegato passo passo come installare il Jailbreak di iOS 7.1.1 attraverso il tool Pangu, e nel tutorial di oggi vediamo di spiegarvi come risolvere i crash di sistema che avvengono sia sull’iPhone che su iPad.

Il nuovo tool cinese Pangu è stato rilasciato a sorpresa, e moltissimi possessori di iPhone e iPad lo hanno installato senza pensarci due volte, in modo da avere subito il Jailbreak del sistema operativo iOS 7.1.1. Il tool funziona molto bene, e dopo un paio di passaggi si ha già il melafonino con il marketplace alternativo Cydia e tutti gli altri tweak tipici del Jailbreak, ma c’è un problema.. diversi utenti hanno infatti riscontrato dei crash improvvisi di iOS in seguito all’installazione del Jailbreak tramite Pangu.

Pare che tutti questi crash di sistema siano legati a PPSync, un pacchetto installato in automatico da Pangu che provoca dei problemi di stabilità all’interno del sistema operativo iOS. La bella notizia è che esiste un modo per disattivare PPSync, e in questa guida vi spieghiamo passaggio per passaggio come procedere.

Una volta disattivato il pacchetto PPSync, il sistema operativo iOS tornerà ad essere stabile e sicuro come sempre. Dal momento che stiamo parlando di un tool cinese sviluppato da un team fino ad oggi sconosciuto nella scena Jailbreak, consigliamo a tutti di procedere con la disattivazione di PPSync, anche se non si sono ancora riscontrati i crash di sistema. Come dice un detto.. fidarsi è bene, non fidarsi è meglio.

Come prima cosa dobbiamo aggiungere in Cydia la repository dello sviluppatore Tsai. Per fare ciò, avviamo l’app Cydia sull’iPhone appena sbloccato tramite l’utility Pangu, quindi facciamo tap sulla voce “Sorgenti”, selezioniamo “Modifica” ed infine “Aggiungi”. Fatto? Perfetto, a questo punto aggiungiamo la repository “http://cydia.angelxwind.net/” in Cydia, effettuiamo un refresh dei pacchetti di Cydia e cerchiamo il pacchetto “Complete PPSync Remover“. Si tratta di un tweak completamente gratuito che, come suggerisce il nome, permette di rimuovere PPSync.

Una volta completato il download, non ci resta altro da fare che riavviare l’iPhone, e in maniera del tutto automatica il pacchetto PPSync verrà rimosso completamente dal telefono. È stato più semplice del previsto, non è vero? Lo stesso procedimento vale per i vari modelli di iPad e l’iPod Touch di quinta generazione.

Apple iOS 8 Beta: guida downgrade a iOS 7.1.1

Apple iOS 8 Beta: guida downgrade a iOS 7.1.1

I tecnici di Apple hanno da poco reso disponibile per il download la Beta 2 del nuovo sistema operativo iOS 8, e prontamente molti possessori di iPhone e iPad hanno installato il firmware sui loro iDevice. Ma è possibile ripristinare il dispositivo al vecchio iOS 7.1.1? La risposta è affermativa, e in questa guida di oggi vi spieghiamo passo passo come fare!

Come molti di voi già sapranno, le Beta di iOS (e di qualsiasi altro sistema operativo ndr) servono essenzialmente agli sviluppatori di applicazioni, in modo da provare in anteprima le nuove funzionalità e verificare che i programmi funzionino senza alcun problema. Ma all’utente finale, le Beta non sono sempre una cosa positiva: è vero che da un lato permettono di provare in anteprima moltissime novità, ma dall’altro non è garantita la compatibilità con tutte le app presenti nell’App Store, e spesso le Beta sono instabili, con frequenti crash improvvisi che a lungo andare possono diventare parecchio fastidiosi.

Un esempio dei problemi di compatibilità riscontrati nella Beta di iOS 8? L’app di messaggistica Whatsapp funziona male ed è parecchio instabile, e potete ben immaginare quanto sia importante la stabilità in un programma di chat con gli amici e i parenti. Ecco quindi come ritornare al “vecchio” iOS 7.1.1!

Come prima cosa, scarichiamo dal sito di supporto di Apple il file del firmware di iOS 7.1.1 relativo al nostro dispositivo (iPhone 5S, iPhone 5C, iPhone 5c, iPhone 4S, iPad Air, ecc..), quindi apriamo la schermata delle Impostazioni, facciamo tap sulla voce iCloud e disattiviamo l’opzione “Trova il mio iPhone“.

Fatto? Perfetto, a questo punto colleghiamo il telefono al PC utilizzando il cavo dati USB fornito in dotazione, avviamo il software iTunes, teniamo premuto il tasto Shift della tastiera (tasto ALT in caso si usi un computer Mac) e facciamo clic sul tasto “Ripristina iPhone”. Ok il grosso è stato fatto: non appena si aprirà la nuova finestra, selezioniamo il firmware di iOS 7.1.1 (formato IPSW) scaricato in precedenza e attendiamo il completamento dell’operazione di Ripristino. Terminato il ripristino di sistema, l’iPhone avrà di nuovo installato iOS 7.1.1, e volendo possiamo usare la funzione di backup di iTunes per ripristinare tutti i dati e le app che avevamo prima di iOS 8.

[BYA Game Hack #172] Ciambelle e soldi infiniti su Simpson Tapped Out 4.9.5

BiteYourApple GameHack è un nuovo servizio in nostra esclusiva dove troverete i trucchi per i giochi dell’iPhone, iPod Touch e iPad! Eccoci ad un nuovo appuntamento. Il gioco di cui parleremo oggi è l’oramai famigerato “Simpson – Tapped Out” Versione 4.9.5.

Grazie alla collaborazione con Saint, che avete imparato a conoscere nei mesi scorsi per i suoi tweak come Spotium, SkyGo Jailbreak e Deezert3r, torniamo oggi ad offrirvi la possibilità di ottenere soldi e ciambelle illimitate anche per la Versione 4.9.5 del gioco.

 A pochissimi giorni dal rilascio del nostro precedente gamehack per Tapped Out infatti la EA Games ha sorpreso tutti con un improvviso aggiornamento che ha reso vani tutti gli sforzi profusi durante il mese precedente: ma grazie agli sforzi del Team di BiteYourApple, primo tra tutti Saint che ringraziamo ancora una volta, siamo lieti di presentarvi la nuova ed aggiornata versione del nostro gamehack compatibile con Tapped Out Versione 4.9.5

Come sempre per eseguire questo procedimento sarà necessario avere un dispositivo con Jailbreak e il gioco Simpson Tapped Out 4.9.5 installato e avviato almeno una volta in precedenza: ricordate infatti di lasciar scaricare tutti gli aggiornamenti iniziali prima di applicare il suddetto hack.

Abbiamo personalmente testato questo hack ed è sempre risultato perfettamente funzionante, grazie al lavoro di Saint non sarà più necessario scaricare il pacchetto destinato ai “vecchi” o “nuovi” devices dato che il riconoscimento verrà eseguito in maniera del tutto autonoma.

Ecco dunque la procedura necessaria per l’applicazione dell’hack:

  • Se non lo avete ancora fatto aggiungete la nostra repo tramite Cydia: repo.biteyourapple.net

repo

  • Adesso dopo aver concluso il caricamento dei pacchetti presenti nel Cydia store recatevi nell’ultima tab presente in basso “Cerca”
  • Cercate il pacchetto “The Simpsons Tapped Out Hack” e una volta aperta la scheda corrispondente cliccate su “Installa” in alto a destra
  • Aspettate che il processo si concluda e alla fine eseguite il respring quando vi verrà richiesto
  • Una volta tornati nella homescreen recatevi nelle impostazioni, troverete una nuova scheda dedicata proprio al nostro hack, al suo interno sono disponibili tre toggle, il primo attiva i soldi infiniti, il secondo le ciambelle e il terzo la possibilità di utilizzare oggetti infiniti senza che questi scompaiano dall’inventario.

2014-06-30_04.37.42_00

  • Una volta attivati i toggle cliccate su “Apply Changes” per avere subito attivo l’hack e avviate il gioco
  • Per massimizzare le quantitá disponibili di Dollari e Ciambelle non dovrete far altro che acquistare un qualsiasi oggetto dallo store e posizionarlo sulla mappa. (Nei nostri esperimenti l’oggetto preferibile é la classica Fioriera detta pertanto “Fioriera Magica” ;) )

2014-06-30_04.39.12_00

[Cydia] Disponibile IntelliScreenX beta con il supporto a iOS 7.1.x!

Il recente rilascio da parte del team Pangu del Jailbreak tool per iOS 7.1.x è stata una manna dal cielo per numerosi utenti, ma ha di contro costretto diversi sviluppatori ad aggiornare i propri pacchetti sul Cydia Store. Da qualche ora abbiamo un’altra conoscenza nota (quasi) all’interno della lista…

IntelliScreenX, popolarissimo tweak creato da Intelliborn nel 2011, ha raggiunto la compatibilità con iOS 7.1.x a partire dalla versione 7.10.3, attualmente in fase beta e disponibile sulla repository privata dello sviluppatore.

Per i pochi utenti che ancora non conoscessero IntelliScreenX, ci troviamo di fronte ad un tweak ritenuto da molti jailbreaker un vero e proprio must have. Grazie ad esso, la schermata di blocco si arricchisce con nuove caratteristiche, che permettono di accedere a diverse informazioni e funzionalità senza sbloccare il dispositivo.

ISX-7-Twitter-NC

Per poter installare ed utilizzare la beta di IntelliScreenX, sarà sufficiente aggiungere la repository beta di Intelliborn alla propria lista di sorgenti. Per farlo, aprite Cydia, seguite il percorso Sorgenti > Modifica > Aggiungi ed inserite l’URL:

intelliborn.com/betaisx

IntelliScreenX viene distribuito con una prova gratuita di 3 giorni. Una volta scaduta la prova, il costo sarà di 4,99$, 7,99$ o 9,99$ a seconda della precendente versione del tweak eventualmente acquistata.

La versione pubblica compatibile con iOS 7.1.x dovrebbe essere disponibile nei prossimi giorni all’interno della repository di ModMyi.

iOS 7.1.1: guida Jailbreak con Pangu per iPhone e iPad

ios8-iphone6

È stato da poco rilasciato, completamente a sorpresa, il Jailbreak per il sistema operativo iOS 7.1.1, e in questa guida di oggi vediamo di spiegarvi passo passo come usare l’utility Pangu sull’iPhone e sull’iPad.

Prima di procedere con la spiegazione dettagliata, una premessa è d’obbligo: il Jailbreak è un’operazione non supportata ufficialmente da Apple e che invalida la garanzia del prodotto. Questa guida è a puro scopo informativo, e non ci assumiamo alcuna responsabilità in caso di problemi di natura hardware e software. Il Jailbreak dovrebbe essere effettuato soltanto da gente esperta, consapevole dei possibili rischi.

Detto questo, in che cosa consiste la nuova utility Pangu? È facile da utilizzare? Con quali iDevice è compatibile? Vediamo di andare con ordine: prima di tutto, Pangu è stata sviluppata da un team diverso dal solito, pertanto la procedura di installazione del Jailbreak è completamente differente rispetto al passato. Ma non particolarmente complicata, state tranquilli. L’utility è compatibile con tutti i vari modelli di iPhone e iPad, a patto ovviamente che sia installato il sistema operativo iOS 7.1 oppure iOS 7.1.1. NON provate ad eseguire il programma se nell’iDevice è installata un’altra versione di iOS.

Una volta scaricata l’ultima versione di Pangu (DOWNLOAD), colleghiamo l’iPhone al PC tramite il cavo dati USB fornito in dotazione e avviamo l’utility Pangu. Nel caso dovessero comparire su schermo diversi punti interrogativi o segni strani, non prendiamo spavento.. semplicemente in Windows non sono installati i caratteri cinesi (visto che il team di sviluppo di Pangu è cinese). Togliamo il segno di spunta a sinistra, quindi facciamo clic sul pulsante nero a destra (è l’unico, quindi non si può proprio sbagliare).

Adesso arriva il bello: non appena comparirà una nuova schermata con una particolare animazione, sblocchiamo l’iPhone, apriamo “Impostazioni > Generali > Data e Ora” e impostiamo la data “2 giugno 2014″. Si tratta di un procedimento tanto strano quanto necessario. Una volta fatto tutto ciò, bisogna soltanto mettersi comodi, visto che il successivo procedimento è automatico e dura 15 minuti circa.

Terminata l’operazione, dovrebbe comparire nella Spring Board l’icona di Cydia: facciamo tap su di essa per completare il tutto e scaricare nell’iPhone tutti i pacchetti rimasti per l’uso del Jailbreak. È stato meno difficile del previsto, non è vero?

Apple rilascia iOS 7.1.2: incerto il destino del Jailbreak Pangu [JAILBREAK ANCORA POSSIBILE]

Da poche ore Apple ha reso disponibile un nuovo aggiornamento per iOS 7.1 che raggiunge così la versione 7.1.2 introducendo svariati bug fix e miglioramenti vari.

ios712update

Tra gli aggiornamenti introdotti con questa versione vi sono alcuni miglioramenti al protocollo iBeacon che ne migliorano la connettività e la stabilità, miglioramenti per quanto attiene al trasferimento dati con accessori di terze parti e la risoluzione dei problemi per la sicurezza negli allegati di posta elettronica gestiti dall’applicazione Mail.

Malgrado il rilascio di un minor update fosse data per scontata, attualmente non è ancora chiaro se questo aggiornamento andrà a bloccare il neo-rilasciato Jailbreak Pangu, ma nell’attesa di ulteriori informazioni (disponibili mediante il presente articolo) vi invitiamo a non aggiornare i vostri dispositivi.

Gli utenti che abbiano giá eseguito il jailbreak possono tirare un sospiro di sollievo in quanto anche Pangu, come accaduto giá in passato, disabilita la ricerca e il download degli aggiornamenti automatici: pertanto il vostro dispositivo non procederá in automatico al download e all’installazione di questa ultima versione di iOS 7.1.

Vi invitiamo pertanto a continuare a seguirci tramite il presente articolo: eventuali conferme o smentite saranno debitamente incorporate nei futuri aggiornamenti.

AGGIORNAMENTO

Il Jailbreak è ancora possibile con la versione 1.1 di Pangu, le modalità sono le medesime illustrate nella guida dedicata.

[Cydia] I migliori tweak da installare dopo il jailbreak di iOS 7.1 con Pangu

L’arrivo di un nuovo jailbreak per un nuovo Sistema operative comporta, come di consueto, il perpetuarsi della stessa domanda da parte di tutti gli utenti: quali tweak sono attualmente compatibili con iOS 7.1.x? E quali conviene installare?

tweakconsigliati71

Grazie alle relativamente poche differenze che separano iOS 7.0.x da iOS 7.1.x molti dei più comuni ed utilizzati tweak presenti su Cydia sono già utilizzabili: dopo aver trattato nel dettaglio le procedure per eseguire il jailbreak e dopo il recente aggiornamento di Pangu ad una versione utilizzabile anche per gli Utenti MAC , cerchiamo di rispondere ad almeno alcune delle domande che ci stare rivolgendo sia tramite Social Network che tramite Commenti.

Come sempre non è possibile stabilire in assoluto quali siano i tweak che sicuramente bisogna installare sul proprio dispositivo ma possiamo suggerirvi una piccola selezione di tweak, testati su iOS 7.1 e su vari dispositivi, che almeno dal nostro punto di vista rappresentano il punto di partenza per un dispositivo ottimizzato e sfruttabile al meglio.

Apple File Conduit 2

Sebbene possa sembrare banale, l’installazione di questo pacchetto è essenziale per rendere molto più semplici e veloci le procedure di gestione dei file sui vostri dispositivi, specie utilizzando File Manager Alternativi come iFunBox.

icon
apple file conduit 2BYAAltroVersion none

Se volete approfondire i dettagli di questo tweak vi rimando al nostro articolo dedicato pubblicato nei giorni scorsi: in breve vi ricordo che sostituisce il deprecato pacchetto “afc2add” e che va installato unicamente se intendete sfruttare applicativi come iFunBox.

Apex 2

Per gli amanti dell’ordine a cui tuttavia non piace far ricorso alle cartelle nidificate segnaliamo Apex 2, che malgrado le nostre personali impressioni negative resta compatibile anche con iOS 7.1.

icon
Apex 2 (iOS 7)A3TweaksVersion 1.0.8BiteYourAppleDownload

AltKeyboard 2

Probabilmente la tipica tastiera di iOS é uno degli aspetti in cui maggiormente si sente la necessità di una forte innovazione, specie per quanto riguardo il passaggio tra la sezione alfabetica e quella numerica.

icon
AltKeyboard 2 (iOS 7)A3tweaksVersion 1.0.6kBiteYourAppleDownload

AltKeyboard 2 consente di aggirare questo limite e di introdurre nuovi controlli sulla tastiera per gestire con più semplicità l’immissione di numeri e caratteri speciali.

 

La versione attuale ha un ben noto bug che coinvolge la dettatura vocale: l’attivazione di tale funzionalità manda in crash l’applicazione in uso.

AppLocker

Alternativa “economica” ad altre soluzioni di prestigio e ben più utilizzate come BioProtect o BioLockDown, AppLocker consente di proteggere applicazioni e cartelle con poche semplice gesture.

icon
Applockercjori Version 2.2.6BiteYourAppleDownload

BioProtect

Per i possessori di dispositivi dotatidi TouchID, BioProtect resta una delle migliori scelte disponibili sul mercato per proteggere e controllare efficacemente l’accesso ad Impostazioni ed Applicazioni del proprio dispositivo.

icon
BioProtectElias LimneosVersion 1.3-189BiteYourAppleDownload

Al pari di quanto accadeva in precedenza il tweak si integra perfettamente anche su iOS 7.1 ed anzi beneficia dei miglioramenti che questo firmware apporta alla velocità di riconoscimento dell’impronta biometrica da parte del TouchID rendendo così più rapide e sicure le autenticazioni.

 

A scopo precauzionale e preventivo: si, sappiamo che esistono anche altri tweak dedicati a questa stessa funzione come Asphaelia o BioLockDown ma continuiamo a preferire BioProtect ed inoltre quest’ultimo é stato personalmente testato su iOS 7.1 e pertanto possiamo garantirne il corretto funzionamento.

CameraTweak 2

Gli appassionati fotografi che sfruttano al meglio il proprio dispositivo saranno lieti di sapere che il ben noto pacchetto di miglioramenti per l’applicazione Fotocamera è già utilizzabile anche su iOS 7.1.

icon
CameraTweak 2 (iOS 7)SamballVersion 1.0.5k2BiteYourAppleDownload

CCtoggles

Divenuto ormai uno strumento prezioso, pur se circondato da svariate critiche, il Control Center è uno dei punti focali di iOS 7: ma lasciarlo così come presentato nativamente vuol dire rinunciare a moltissime delle sue potenziali funzioni.

icon
CCTogglesdeVbug TweaksVersion 0.2.1BigBoss

Con CCToggles potrete personalizzare Pulsanti e Scorciatoie Rapide a vostro piacimento, ivi compresa l’utilissima funzione “Kill Allper la chiusura simultanea di tutte le applicazioni in background.

Al momento della stesura del presente articolo risulta infatti essere l’unico tweak in grado di eseguire l’azione “kill all” senza alcun crash o riavvio improvviso del dispositivo.

FolderEnahancer (iOS 7)

Tweak oramai indispensabile per rendere utilizzabili e gradevoli le cartelle di iOS 7, Folder Enhancer funziona perfettamente anche su iOS 7.1.

icon
FolderEnhancer (iOS 7)Lance Fetters (ashikase)Version 2.3.1BiteYourAppleDownload

InTube

Tweak pressappoco indispensabile per tutti gli utilizzatori frequenti di YouTube, InTube consente di scaricare e memorizzare sul proprio dispositivo qualsiasi video presente sulla omonima piattaforma con pochi semplici tap.

icon
InTubeAndrea SilviVersion 1.5.2k2BiteYourAppleDownload


Slide2Kill

Pratica e comoda integrazione nel Multitasking nativo di iOS 7, SlideToKill consente di chiudere rapidamente tutte le applicazioni che siano attive in background senza tuttavia alterare l’apparenza o le funzioni del multitasking.

icon
Slide2KillSuu TweaksVersion 0.0.7-2BigBoss

Switchr for iPhone

Alternativa ben più evoluta rispetto a SlideToKill, oltre che preferita dalla redazione di BiteYourApple, Switchr funziona piuttosto bene anche su iOS 7.1.

icon
Switchr for iPhoneMarvin SchwalzikVersion 1.4BiteYourAppleDownload

Purtroppo l’unico grave inconveniente riguarda l’impossibilità di essere richiamato a mezzo “doppio tap” sul Pulsante Home: per accedere alla schermata di controllo bisogna infatti sfruttare l’associazione con una gesture personalizzata di Activator oppure il “doppio tap” mediante TouchID.

Malgrado questo inconveniente lo renda poco pratico da utilizzare secondo una parte degli utenti bisogna ricordare che ciascuna funzione di Switchr è perfettamente funzionante e che dunque date le funzionalità introdotte potrebbe ben valere la pena il dover rinunciare al “doppio tap” sul Tasto Home fino al prossimo aggiornamento.

Altri Tweak

Tra gli altri tweak degni di nota e perfettamente funzionanti anche su iOS 7.1.x ricordiamo:

icon
Chrome Downloader+Jalal OuraiguaVersion 3.5-1BiteYourAppleDownload

icon
FakeMyLocation7jimmy54Version 2.0-1BiteYourAppleDownload

icon
f.luxF.lux Software LLC TweaksVersion 0.990

icon
iCleaner ProElixe.90Version 7.2.0~beta9BiteYourAppleDownload

icon
iFileCarsten Heinelt Version 2.0.1-1BiteYourAppleDownload

icon
LockInfo7LockInfo, LLCVersion 7.0.5-229kBiteYourAppleDownload

icon
MobileTerminalMobileTerminal Version 520-2BigBoss

icon
Priority HubThomas Finch TweaksVersion 1.1.3-1BigBoss

icon
Springtomize 3 – iOS 7FilippoBiga TweaksVersion 1.1.1-2BigBoss

icon
VideoPaneRyan Petrich TweaksVersion 1.1.3BigBoss

Naturalmente non abbiamo la pretesa di voler formulare una lista esaustiva e omnicomprensiva dei tweak raccomandati per iOS 7.1 e speriamo che questa piccola ricapitolazione possa avervi ricordato qualche tweak utile che magari avevate dimenticato dopo il jailbreak. ;)

Condividete liberamente la “configurazione ideale” del vostro dispositivo tramite i commenti e ricordate che, come siamo soliti specificare in ogni occasione, che la regola d’oro con i tweak è quella di non esagerare per non sovraccaricare il vostro dispositivo e generare potenziali conflitti.

[Cydia] Saurik rilascia Apple File Conduit 2, la giusta soluzione al problema “afc2add” su iOS 7.1

L’ennesimo rilascio “improvvisato” di un jailbreak per iOS 7 ha portato, anche nel caso di Pangu, al sorgere di alcuni inconvenienti tecnici con conseguenti disagi per gli utenti anche se decisamente minori rispetto al passato.

applefileconduit2saurik

Tralasciando le solite accesissime discussioni che nelle ultime 24/48 ore hanno infiammato gli account Twitter e i topic su Reddit dei ben noti esponenti della community jailbroken, nella fattispecie si pensi a i0n1c e musclenerd e alla polemica eccessiva nei confronti del famigerato “demone PPSync”, ad oggi l’unico vero inconveniente del Jailbreak di iOS 7.1.x a mezzo Pangu era rappresentato dalla mancata compatibilità del noto pacchetto Afc2add con iOS 7.1.

Apple File Conduit: cos’è e a cosa serve

AFC è la sigla che identifica il protocollo denominato Apple File Conduit, il quale determina i metodi di accesso (e i relativi privilegi concessi) aifile contenuti sul proprio dispositivo da parte di applicazioni come iTunes, iPhoto, iFunBox etc.

Il Protocollo AFC estrinseca la sua azione unicamente per mezzo delle connessioni USB, pertanto il suo utilizzo è rivolto unicamente a coloro i quali avessero necessità di utilizzare programmi come quelli appena descritti per l’accesso alla root dei propri dispositivi jailbroken.

Non ho mai usato iFunBox o cose simili, posso ignorare dunque questo pacchetto e i suoi aggiornamenti?

In teoria la risposta sarebbe un semplice “Si, certamente” ma mi preme sottolineare che alcune delle procedure descritte nei nostri Tutorial o nei nostri GameHack sui dispositivi jailbroken vengono spesso esemplificate proprio mediante l’utilizzo di software come iFunBox, che grazie alla loro semplicità d’uso consentono anche all’utente meno esperto e smaliziato di portare a temine i compiti descritti.

Se siete assidui utilizzatori di iFile e/o della Connessione SSH a mezzo Putty/FileZilla/etc chiaramente rientrate nella fascia di utenza “esonerata” da questa necessità in quanto possedete conoscenze e abilità tali da consentirvi di eseguire semplicemente le possibili operazioni di cui sopra anche tramite questi applicativi. In tal caso vogliate scusare la “banalità” di questo articolo, ma come sempre crediamo sia sempre meglio spiegare a tutti, nel modo più semplice possibile, il background alle spalle di situazioni simili.

Protocollo AFC: privacy e sicurezza

Normalmente il Protocollo AFC consente unicamete l’accesso ai file multimediali (come foto, musica, video, e dati per le applicazioni ufficiali con supporto al file sharing) ed è per questo definito “jailed”, ovvero “imprigionato” o, per estensione, “limitato”.

Il pacchetto afc2add consentiva di eliminare questo problema creando un nuovo servizio emulo del Protocollo AFC che però consentisse l’accesso completo al file system del dispositivo, consentendo di conseguenza l’accesso completo a mezzo USB.

Tuttavia negli ultimi mesi molti sviluppatori implicati nella progettazione e nel rilascio dei tool per il jailbreak hanno ritenuto rischioso continuare a includere questo pacchetto nelle loro release, in quanto ritenuto un possibile rischio per la sicurezza del dispositivo: alcuni utenti infatti potrebbero non desiderare che l’intera root del proprio dispositivo sia liberamente accessibile mediante connessione usb.

La configurazione di installazione del vecchio pacchetto afc2add consentiva infatti di accedere alla root del dispositivo senza necessitare di un controllo di sicurezza sulla connessione USB: per analogia pensate ai terminali Android laddove, anche in presenza del rooting non é possibile accedere alla root del dispositivo finché l’utente non immette il codice di sblocco del dispositivo.

 

L’esempio proposto è basilare, ne sono ben consapevole, ed esula dalle tematiche Apple che siamo soliti trattare: il suo unico scopo è di rendere più comprensibile un concetto altrimenti difficile da esemplificare senza entrare in tediosi tecnicismi.

Apple File Conduit 2: la soluzione targata Saurik

Nel corso delle ore successive alla diffusione del tool Pangu molti utenti hanno notato l’incompatibilità del pacchetto afc2add con iOS 7.1.x : infatti anche installandolo non era possibile ottenere l’accesso completo alla root del proprio dispositivo.

Nel tentativo di risolvere questo inconveniente una versione adattata dell’originale afc2add é stata rilasciata in rete: tuttavia non si trattava di una versione modificata dell’originale, e che dunque andava a creare un secondo servizio AFC, ma di una distribuzione modificata dei file originali Apple deputati al controllo del Servizio AFC!

Inutile specificare come tale soluzione di emergenza non sia apparsa assolutamente adeguata a sviluppatori come Saurik, i0n1c e MuscleNerd: piuttosto che risolvere il problema essa gettava le basi per ben altri rischi per la sicurezza del proprio dispositivo.

La vera e propria soluzione é arrivata nell’arco di questa mattina ed è opera del ben noto ed affidabile (cof…cof…tralasciando il tristemente famoso errore nella gestione dei Certificati SHSH e dei ticket APT) Jay Freeman, noto a tutti come Saurik.

icon
apple file conduit “2″BYAAltroVersion none

Il suo pacchetto, denominato Apple File Conduit 2, assolve le stesse funzioni del precedente afc2add senza tuttavia sostituire i file di sistema che iOS 7.1.x sfrutta per instaurare il protocollo di comunicazione AFC: la nuova soluzione é tuttavia diversa” rispetto al passato, e lo stesso Saurik ci tiene a precisare che “malgrado non siano attesi malfunzionamenti o imprevisti durante l’installazione del nuovo pacchetto” é bene che “i nuovi utenti tengano conto della nuova situazione” e siano pazienti e collaborativi durante le fasi iniziali della distribuzione.

Quindi cosa devo fare? Ho installato in precedenza la versione modificata di afc2add dalla vostra repo/da internet/da un perfetto sconosciuto che ha bussato alla porta lasciandomi una PenDrive con il DEB in regalo…ora cosa devo dare?

A prescindere da dove abbiate preso il pacchetto erroneamente modificato di afc2add per iOS 7.1.x, la soluzione è estremamente facile e veloce: dovrete semplicemente rimuoverlo e successivamente installare il pacchetto “Apple File Conduit 2” rilasciato da Saurik.

 

E se volessi essere sicuro al 100%….mi consigliate un Ripristino in DFU con successivo Jailbreak e installazione diretta del pacchetto “Apple File Conduit 2”?!

Indubbiamente non possiamo impedirvi di intraprendere questa strada se preferite sentirvi “sicuri al 100%” anche se non c’è motivo di ritenere necessaria tale procedura….d’altronde non possiamo neppure impedirvi di indossare un cappello di stagnola per proteggere i vostri pensieri dagli alieni o dal satellite spia dell’NSA. :D